CONTEMPORANEA 2015
diciannovesima edizione



“Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi” si diceva in una celebre pellicola degli anni Ottanta. E in effetti per noi “umani” era difficile immaginare l’andamento che il rapporto tra Cultura e Istituzioni avrebbe preso in questi anni.
Qualcosa evidentemente non funziona. La cancellazione negli ultimi mesi di molte interessanti attività culturali e la prossima chiusura di altre iniziative testimonia lo scollamento tra chi dovrebbe proteggere e salvaguardare uno dei beni più importanti della nostra nazione e le realtà attive sul territorio.
Per quanto ci riguarda, grazie anche a realtà istituzionali come l’Assessorato alla Cultura del Comune di Udine e la Fondazione CRUP che continuano a restare al nostro fianco, andiamo avanti su questo accidentato percorso.
Ci sono molti aspetti del nostro lavoro che ci stanno dando grandi soddisfazioni. Tra questi il buon andamento del concorso internazionale di composizione Città di Udine che in questi giorni pubblica il suo undicesimo bando di partecipazione.
495 composizioni ricevute da 50 nazioni nella scorsa edizione e la grande attenzione delle istituzioni nazionali testimoniano la solidità delle idee che erano alla base del percorso iniziato vent’anni fa. Da questo punto di vista possiamo affermare che la scommessa fatta nel 1995 sulla possibilità di creare “spazi” per le nuove espressioni contemporanee sul nostro territorio può considerarsi vinta.
Onestamente non sappiamo cosa ci riservi il futuro, ma la voglia di continuare a lavorare è ancora li, immutata, nonostante le crescenti difficoltà del settore.

Il direttore artistico
Vittorio Vella 

 

  10 ottobre 2015
ore 21.00
Teatro San Giorgio - Udine

FIIUM SHAARRK

Rudi Fischerlehner, batteria
Maurizio Ravalico, percussioni
Isambard Khroustaliov, computer

Progetto Nemo Propheta in Patria
realizzato in collaborazione con la Fondazione CRUP

Il trio Fiium Shaarrk è un progetto nato a Berlino quattro anni fa. Allo stesso tempo viscerale, cerebrale e visionaria, la musica dei Fiium Shaarrk è costruita su articolati temi ritmici e lussureggianti paesaggi elettronici, e trae ispirazione da fonti disparate, quali Tortoise, Max Roach, King Crimson, Xenakis, Frank Zappa, Autechre, fondendo stili apparentemente incompatibili, quali Maracatù, composizione contemporanea e Dubstep, in una sintesi energica e convincente.

Rudi Fischerlehner (batteria)
Nato in Austria, vive a Berlino da più di dodici anni, dove lavora in progetti nei campi del rock, jazz, improvvisazione e musica sperimentale. È anche un prolifico compositore, sia per i vari gruppi di cui è leader o collaboratore, che di colonne sonore, per film che vengono regolarmente proiettati in gallerie e musei di tutta Europa.
Informazioni più dettagliate su: www.rudifischerlehner.net

Maurizio Ravalico (percussioni)
Vive e lavora a Londra dal 1991. Ha collaborato con innumerevoli progetti di matrice latina e afrocubana, e con vari nomi di punta del pop e funk inglese. Da una quindicina d’anni si occupa con intensità crescente di improvvisazione e ricerca musicale, attraverso le quali ha sviluppato un linguaggio percussivo molto personale.
Informazioni più dettagliate su: www.maurizioravalico.com

Isambard Khroustaliov (computer)
Isambard Khroustaliov, noto anche come Sam Britton, ha iniziato il suo percorso con il duo Icarus, con cui continua tutt’ora a collaborare e a pubblicare musica elettronica. Il suo interesse per le relazioni fra musica elettronica e performance strumentale lo ha portato a studiare all’IRCAM di Parigi, compilare una tesi con Richard Barret, e intraprendere delle ricerche in residenza allo STEIM. Isambard ha recentemente composto dei brani su commissione per la London Sinfonietta.
Informazioni più dettagliate su: www.not-applicable.org/?page_id=6

 

 

13 ottobre 2015
ore 18.00
Sala Udienze - Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine

ACCADEMIA DI MUSICA DI LJUBLJANA
CONSERVATORIO JACOPO TOMADINI DI UDINE

Claudia Mauro, flauto
Špela Šrgan, clarinetto
Andraž Frece, accordion
Tilen Lebar, sax
Alessio Domini, pianoforte
Stefano Cascioli, violino
Federica Tirelli, viola
Nicola Siagri, violoncello
Gašper Livk, contrabbasso

Tiziana Valvassori, soprano

Steven Loy - direttore


Programma: 

Alessio Domini
Solo la voce resta (Preludio, Recitativo e Finale)
per mezzosoprano ed ensemble (prima esecuzione assoluta)

Andrea Alzetta
Il Grande inganno
per ensemble (prima esecuzione assoluta)

Francesca Francescato
Stanze liquide
per ensemble (nuova versione)

Ursula Jašovec
Iete čelićne ptice
per clarinetto, sassofono, accordion e contrabbasso

Neja Debeljak
Pins of life
per ensemble

David Veber
Infant
per ensemble

Ana Petrovič
Mauthausenske skice
per ensemble 

Progetto di collaborazione tra l’Accademia di Musica di Ljubljana e il Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine.

Il costante impegno nella promozione della nuova musica ha portato da anni il Conservatorio di Udine a cercare nuovi spazi ed opportunità anche attraverso le collaborazioni con altre istituzioni italiane e straniere. Dopo Salisburgo, Klagenfurt, Bolzano e Campobasso, ecco un nuovo progetto sviluppato in sinergia con l’Accademia musicale di Ljubljana, che ha portato alla realizzazione di nuove opere scritte appositamente per la serata da allievi dei rispettivi istituti. L’esecuzione è affidata ad un ensemble misto diretto per l’occasione dal M° Steven Loy, docente presso l’accademia slovena.

 

 

17 ottobre 2015
ore 21.00
Teatro San Giorgio - Udine

ACUSMATICA
Musiche spazializzate in quadrifonia

Programma:

Gordon Delap
Ashes to Ashes (2013)

Gianluca Deserti
Tierra II (2013-2014)

Alberto (JesterN) Novello
Le Retour Des Oiseaux (2010)

John Palmer
Transient (2008)

César Daniel Alarcón
Movil Home (2007)

Charles Nichols
Playground (2009)

Lukas Tobiassen
Seeking druses (2009)

 

 









































18 ottobre 2015
ore 21.00
Teatro San Giorgio - Udine

LUCA RICHELLI
DANIELE RUGGIERI

Luca Richelli, live electronics
Daniele Ruggieri, flauti 

Programma:

Karlheinz Stockhausen
Solo (1966)
per strumento melodico e delay

James Dashow
Soundings in Pure Duration n.2a (2009 - revisione 2015)
per suoni di percussione pre-registrati e suoni elettronici quadrifonici
(prima esecuzione assoluta della revisione 2015)

Claudio Ambrosini
Cadenza estesa e coda (1981)
per flauto e nastro magnetico

Luca Richelli
InterplaYflute (2008)
per flauti e live electronics

James Dashow
Soundings in Pure Duration n.6 (2014)
per suoni elettronici quadrifonici

Luca Richelli
Ricercare... e non trovare (2015)
per flauto in sol e live electronics
(prima esecuzione assoluta)

Luca Richelli. Compositore, sound designer e live electronics performer. Diplomato in Pianoforte, Composizione, Musica Elettronica, Composizione e Nuove Tecnologie, Regia del Suono. Docente di Composizione Musicale Elettroacustica presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como e di Informatica Musicale ed Elettroacustica presso il Conservatorio “F.A. Bonporti” di Trento. Svolge inoltre l’attività di coordinatore del SaMPL (Sound and Music Processing Lab) del Conservatorio “C. Pollini” di Padova. Ha tenuto corsi di Sound Design al Dipartimento di Nuove Tecnologie per l’Arte all’Accademia di Belle Arti di Brera (Milano) e di Computer Music al dipartimento di Composizione e Computer Music della Staatliche Hochschule für Musik und Darstellende Kunst, Stoccarda, Germania. La composizione Opera Omnia è stata selezionata (Call 2008) dal CEMAT e pubblicata nel quinto CD della collana di musica elettroacustica. La composizione InterplaYflute, per flauti ed elettronica ha ricevuto menzione speciale per il live electronics al Premio Nazionale delle Arti, Trento 2009.
Svolge attività concertistica nell’ambito del live-electronics sia eseguendo proprie composizioni che del repertorio contemporaneo in numerose rassegne musicali tra cui: Festival Traiettorie Parma 2014, Colloqui di Informatica Musicale Roma 2014, Torino 2010 e Venezia 2008, Rassegne SaMPL e Centro d’Arte degli studenti dell’Università di Padova 2013-2015, Auditorium Parco della Musica Roma 2013, Festival Internazionale di Musica Contemporanea, la Biennale di Venezia 2013 e 2012, Sound and Music Computing, Padova 2011, EMUfest Roma 2009-2014, Verona Contemporanea 2010, Mondi Sonori Trento 2009, Festival Spaziomusica Cagliari 2008, ArteScienza Biennale Internazionale di arte scienza e cultura contemporanea Roma 2008, Variazioni di Pressione Verona 2008 e 2005, Stagioni ExNovo Musica Venezia 2014, 2013 e 2007.
Sue composizioni sono pubblicate dalla casa editrice Ars Publica, suoi articoli di carattere musicologico sono apparsi sul Bollettino della Società Letteraria di Verona. Ha scritto, su commissione IRCAM, il manuale online della libreria OMChroma per l’ambiente grafico di aiuto alla composizione OpenMusic. Recentemente ha pubblicato presso Edizioni Musicali TauKay un CD di composizioni acusmatiche.

Daniele Ruggieri ha compiuto gli studi musicali a Venezia, diplomandosi con il massimo dei voti con Guido Novello e poi a Ginevra, dove ha ottenuto il I° Prix de Virtuosité nella classe di Maxence Larrieu.
Da diversi anni svolge una intensa attività concertistica, partecipando ai maggiori Festival europei. Tra questi ricordiamo: Settembre Musica, Torino;
Settimane della Scarlatti, Napoli; Musica ‘88, Strasbourg; Eco & Narciso, Milano; MiTo, Torino, Nuove Musiche, Teatro Massimo, Palermo; Concerts Ville de Genève; Gulbenkian, Lisbona; Biennale di Venezia; HCMF, Huddersfield, RomaEuropa, Villa Medici; Autunno di Varsavia; Akademie der Künste, Berlin; Fondazione Gaudeamus, Amsterdam; Italia-España, Madrid; Festival d’Avignon; Ars Musica, Bruxelles; Time for music, Vitasaari, Finland; Suså Festival, Danimarca; e alle stagioni cameristiche dei Münchener Philarmoniker, del Mozarteum Salzburg, del Teatro Alla Scala di Milano, del Teatro S. Carlo di Napoli, della Musikhalle di Amburgo, della Kaufmann Concert Hall di New York e del Chicago Cultural Center. Di rilievo il debutto in Giappone presso il Denki Bunka Kaikan di Nagoya accompagnato dalla Aichi Central Symphony Orchestra e la prima esecuzione assoluta di una nuova versione dell’Adagio di Salvatore Sciarrino accompagnato dall’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia.
Collabora attivamente con l’Ex Novo Ensemble di Venezia, di cui è uno dei fondatori. Ha fatto inoltre parte in passato dell’Ensemble Lucero di Parigi e dell’Ensemble Antidogma di Torino.
Ha inciso più di venti CD per ASV, Black Box, Brilliant Classics, Denon, Dynamic, Naxos, Resonance, Stradivarius, Tactus, Ricordi e altre etichette privilegiando i principali compositori del Novecento italiano: Busoni, Respighi, Wolf Ferrari, Malipiero, Casella, Rota, Castelnuovo Tedesco, Maderna, Togni e Berio, senza dimenticare però pagine importanti della letteratura flautistica del secolo precedente con Rolla, Rossini e Donizetti. Ha registrato inoltre concerti e produzioni per tutte le principali Radio europee: BBC, RAI, Radio France, Westdeutscher Rundfunk (WDR), Radio Belga (RBFT), Radio della Svizzera Tedesca (DRS), Radio Svedese.
È docente di flauto presso il Conservatorio di Padova; ha tenuto lectures, concerti e masterclasses per diverse prestigiose istituzioni accademiche fra cui Boston University, Rowan University, Haverford College (U.S.A), la Hochschule für Musik di Mainz (Germania) e il Conservatorio Superior de Murcia (Spagna). 

 

 

 

Questo sito utilizza i cookie per funzionare e fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione accetti le modalità d'uso indicate nella privacy policy