Contemporanea 2011 - 7 ottobre - Schönberg, l’Italia e l’inconsueto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

7 ottobre
ore 21.00
Teatro San Giorgio - Udine 

Schönberg, l’Italia e l’inconsueto

Luisa Sello, flauto
Bruno Canino, pianoforte

Giuseppe Verdi 
Fantasia sull’opera Il Trovatore op. 40 n. 3
(1813-1901) Elaborata per flauto e pianoforte da Raffaele Galli (1824-1889)

Luciano Berio 
Sequenza
(1925-2003) per flauto

Giampaolo Coral 
Esorcismo del serpente marino
(1944-2011) per flauto e flauto basso 

Ludwig van Beethoven 
3 Temi variati op. 105-107
(1770-1827) per flauto e pianoforte

Arnold Schönberg 
Sonata nach dem Bläserquintett op. 26 (1926)
(1874-1951) bearbeitet von Felix Greissle 
Schwungvoll (Erste Satz)

Arnold Schönberg 
Drei Klavierstücke, Op. 11 (1909)
per pianoforte 

Giuseppe Verdi 
Fantasia sull’opera Rigoletto op. 40 n. 3
(1813-1901) Elaborata per flauto e pianoforte da Raffaele Galli

Bruno Maderna 
‘Honeyreves’ 
(1920-1973) per flauto e pianoforte

Rainer Bischof 
‘Una voce molto fa’ (2011) 
(1947) per flauto e pianoforte

Gioacchino Rossini 
‘Una voce poco fa’ - Cavatina dal Barbiere di Siviglia 
(1792-1868) Elaborata per flauto e pianoforte da Jean Tulou (1786-1865)

 

Luisa Sello. Allieva prediletta di Severino Gazzelloni che di lei ha scritto ‘qualità di primissimo ordine: tecnica e suono di ottimo livello, unite ad una magnifica sensibilità interpretativa’, riunisce in questo sodalizio il sogno di interpretare alcune delle musiche più eseguite dal suo Maestro. Flautista del panorama internazionale, ha collaborato con l’Orchestra della Scala di Milano sotto la direzione di Muti ed ha intrapreso una intensa attività solistica in Europa, Estremo Oriente, Stati Uniti e Sud America, invitata da Wiener Symphoniker, Salzburger Kammerorchester, Miami Great Symphony Orchestra, Virtuosi italiani. Ha suonato con Alirio Diaz, Trevor Pinnock, il Nuovo Quartetto Italiano e il Jess Trio Wien. Titolare di flauto al Conservatorio di Trieste e professore ospite all’Università di Vienna, tiene master presso le Università di Mosca, Madrid, Miami, Pechino, Shanghai e Buenos Aires. Incide per ‘Stradivarius’, una delle eccellenze della discografia europea.

Bruno Canino. Riconosciuto come uno dei massimi cameristi e pianisti dei nostri tempi, Bruno Canino studia pianoforte con Vincenzo Vitale e composizione con Bruno Bettinelli al Conservatorio di Napoli. Distintosi subito nei concorsi internazionali di Bolzano e Darmstadt, inizia una lunga carriera concertistica e in tutto il mondo assieme ad artisti come Cathy Berberian, Severino Gazzelloni, Salvatore Accardo, Viktoria Mullova. Ha frequentato con particolare assiduità il repertorio moderno e contemporaneo. Tra le sue registrazioni più importanti le Variazioni Goldberg di Bach, l’integrale dell’opera pianistica di Casella e la prima integrale pianistica di Debussy su cd. È stato docente di pianoforte al Conservatorio di Milano e alla Hochschule di Berna. Tiene regolarmente corsi di perfezionamento nelle istituzioni musicali in tutto il mondo. Attualmente è docente di musica da camera con pianoforte presso la Scuola di Fiesole e alla Escuela Reina Sofia di Madrid. Ha esercitato inoltre l’attività di direttore artistico e nel 1999-2002 è stato direttore musicale della Biennale di Venezia.

© 2016 TEM - Taukay Edizioni Musicali - via del Torre 57/5 Remanzacco - UDINE - P.I.01913960306. All Rights Reserved

Questo sito utilizza i cookie per funzionare e fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione accetti le modalità d'uso indicate nella privacy policy