Contemporanea 2006 - 18 ottobre - James Dashow - Workshop

18 ottobre ore 10.00 - Università di Udine - Sala convegni di Palazzo Antonini - Udine
JAMES DASHOW

Workshop - Il Sistema Diadi

Il Sistema Diadi si basa sulla manipolazione a due vie dell’informazione musicale: nella sintesi dei suoni elettronici (ed eventuale elaborazione) e nella generazione di strutture musicali derivate strettamente da sequenze e combinazioni di intervalli (le diadi). La sintesi dei suoni si basa anche sui medesimi intervalli (diadi), e quindi la musica per gli strumenti acustici e la musica per il computer sono derivati da un’identica struttura-madre.
Il modo preciso in cui tutto questo succede, i criteri per stabilire le strutture, è parte fondamentale della composizione musicale; il compositore lavora sia classicamente con gli orecchi, sia diversamente come “informatico” nello sviluppo del sistema secondo i suoi intenti musicali-struttrali. Saranno presentati parecchi esempi sonori insieme con i loro algoritimi per la sintesi digitale del suono; si ascolteranno anche alcune delle possibilità di elaborazione timbrica attraverso le risorse del Sistema trattate ulteriormente con delle DAW più comuni. Saranno anche esaminati in dettaglio alcuni passaggi da vari pezzi del compositore per dimostrare come una struttura viene generata per gli esecutori dal vivo e poi sviluppata anche con i suoni elettronici.


James Dashow dedica la sua principale attività compositiva alla computer music, spesso in combinazione con esecutori dal vivo, pur non trascurando la musica esclusivamente per strumenti tradizionali. 
I suoni elettronici con cui lavora sono il risultato di una trentennale attività di ricerca, sfociata nella creazione di un suo linguaggio di sintesi, MUSIC30, ed un suo metodo di composizione, il Sistema Diadi. 
Ha composto le prime composizioni per sintesi digitale del suono ("computer music") in Italia dopo aver portato al Centro di Calcolo dell'Università di Padova i programmi MUSIC 4BF e MUSIC360. A Padova è stato uno dei fondatori del Centro di Sonologia Computazionale insieme con Graziano Tisato, ed altri. Ha scritto articoli teorici e di analisi per le riviste Perspectives of New Music, Computer Music Journal, La Musica, Interface; il Computer Music Journal gli ha inoltre dedicato un'ampia intervista (estate del 2003). 
Ha ricevuto numerosi premi e commissioni da noti enti e istituzioni prestigiose tra cui il Festival International de Musique Experimentale di Bourges, la National Endowment for the Arts (USA), la Biennale di Venezia, la Rockefeller Foundation, Audio Box della RAI Radio3, Ars Electronica di Linz, la Fromm Foundation della Harvard University, la Guggenheim Foundation, il Cantiere Internazionale d'Arte di Montepulciano, la American Academy and Institute of Arts and Letters, la Koussevitzky Foundation, Prague Musica Nova, la Harvard Musical Association di Boston, e nel 2000 il Premio del Magisterium al XXVII Concours International de Musique et d'Art Sonore Electroacoustiques, Bourges.
Ha insegnato al MIT dove ha ricoperto il ruolo di direttore supplente dello Studio di Musica Sperimentale, e alla Princeton University. È stato invitato a presentare masterclass e corsi straordinari in composizione musicale e tecniche di sintesi del suono al Centro para la Difusion de Musica Contemporanea a Madrid, al Festival Musica Viva a Lisbona, al Conservatorio di Musica Benedetto Marcello di Venezia, ed altri centri ancora. È stato vice-presidente nel primo comitato direttivo dell'International Computer Music Association, e per molti anni ha condotto il programma radiofonico "Il Forum Internazionale di Musica Contemporanea" per la RAI Radio 3.
Attualmente, Dashow sta realizzando un'opera per Planetario basata sulla vita di Archimede.
I suoi lavori sono registrati su CD e LP di varie case discografiche italiane ed estere: BMG Ariola - RCA, Wergo, EdiPan, Capstone, Neuma, ProViva, CRI, Scarlatti Classica, BVHAAST e Centaur. 
Sul suo sito si possono trovare ulteriori informazioni per quanto riguarda le sue composizioni, scritti e attività concertistica. In più si può anche fare un download del suo software che genera le strutture musicali ed i suoni del Sistema Diadi.


James Dashow website: www.jamesdashow.net

© 2016 TEM - Taukay Edizioni Musicali - via del Torre 57/5 Remanzacco - UDINE - P.I.01913960306. All Rights Reserved

Questo sito utilizza i cookie per funzionare e fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione accetti le modalità d'uso indicate nella privacy policy