Marco Maria Tosolini - Dopo studi classici conclusi con il massimo dei voti ha conseguito Laurea magistrale in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo con lode e menzione accademica presso l'Università degli Studi di Bologna, Facoltà di Lettere e Filosofia. Ha frequentato gli "Internationalen Ferienkurse für Neue Musik" di Darmstadt perfezionandosi in composizione e percussione. Ha studiato con Franco Donatoni (analisi), Paolo Fabbri (teoria della comunicazione), Umberto Eco (semiologia), Gerard Grisey e Salvatore Sciarrino (composizione), Cristoph Caskel(percussione). In campo didattico ha svolto attività di insegnamento nei Conservatori musicali di Venezia e Ferrara ricoprendo anche incarichi inerenti al coordinamento della Sperimentazione e partecipando a Convegni internazionali sull'argomento.
Da quest'anno è ordinario di Storia ed Estetica musicale presso il Conservatorio "G. Tartini" di Trieste. Precedentemente ha svolto attività accademica presso il Conservatorio "J. Tomadini" di Udine (nel quale è stato più volte membro eletto del Consiglio d'Amministrazione, del Consiglio direttivo, del Senato Accademico). In quella sede anche rivestito il ruolo di delegato provinciale dell’Unione Nazionale Arte Musica Spettacolo ed è stato membro eletto della Rappresentanza Sindacale Unitaria. E' stato, inoltre, docente di Teoria della Musica e Musiche di Scena presso la Civica Accademia di Teatro "N. Pepe" di Udine. E’ attualmente docente presso i corsi di formazione per operatori in Musicoterapia dell’Associazione Regionale di Musicoterapia "Il flauto magico" (riconosciuta CONFIAM). Ha tenuto medesimi corsi per l’ass. “Arpa Magica” di Milano.
E’ fondatore e direttore artistico e scientifico dei LIISM, Laboratori Interscolastici per l’Istruzione e la Ricerca Musicale e del LICME, Laboratorio per l’Istruzione alla Cultura Musicale Elettroacustica, strutture didattiche che operano in ambito scolastico e accademico locale, nazionale e transfrontaliero.Con delega della Direzione del Conservatorio di Udine è stato membro dell'Assemblea dei Soci della Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone dal 1994 e, nella medesima, ha fatto parte della Commissione consultiva per l'Arte e la Cultura e anche di quella per la Ricerca e Istruzione. Nel 2001 e nel 2006, in seguito alla ridefinizione costitutiva del medesimo ente è stato designato dall’assemblea membro dell’Organo di indirizzo e nominato nuovamente componente della Commissione consultiva per l’ Arte e Cultura. Ha fatto parte della Commissione Centrale Musica del Dipartimento dello Spettacolo della Presidenza del Consiglio dei Ministri in qualità di esperto su nomina tecnica e segnalazione dell’Unione Artisti.
Ha fatto parte, su nomina de Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale del Consiglio d'Amministrazione dell'ENAP, Ente Nazionale per l'Assistenza e la Previdenza degli scultori, pittori, musicisti, autori drammatici e scrittori. Sempre come esperto in materia di alta istruzione artistica è stato relatore in udizione presso la commissione del Senato per la valutazione della legge di Riforma n. 508/99.
Ha svolto e svolge attività giornalistica (critica musicale, teatrale e letteraria) per periodici e quotidiani nazionali per le pagine spettacoli e cultura. Ha effettuato, saltuariamente, anche corrispondenze internazionali (Parigi, Londra, Edimburgo).
E' stato cofondatore e direttore del periodico internazionale "Musica Attuale" edito da Agenda a Bologna e collabora a "Il Gazzettino”. E' stato direttore responsabile ed editoriale del periodico culturale "Terza Pagina". Cura la sezione musica dell'"Accademia di Scienze, lettere ed Arti" di Udine (fondata nel 1606).
Come musicologo ha collaborato, in qualità di estensore di programmi di sala, saggista, ideatore, coordinatore e conduttore di attività e manifestazioni (cicli concertistici, seminari di studio, progetti speciali), conferenziere con teatri ed enti lirici di Bologna, Venezia, Ravenna, Ferrara, Roma e altre prestigiose istituzioni culturali nazionali ed europee presentando produzioni ed eventi assieme ad artisti e studiosi quali Antonio Ballista, Massimiliano Damerini, Giora Feidman, Hilliard Ensemble, Zoltan Pesko, Paolo Poli, Hanna Schygulla, Giampiero Cane, Umberto Eco, Franco Fayenz,, Paolo Maurensig, Mario Messinis, Giovanni Morelli, Salvatore Sciarrino, Fulvio Tomizza, Fabio Vacchi, Michelangelo Zurletti fra gli altri.
Ha collaborato all'insegnamento di Civiltà Musicale Afro-Americana dell'Università di Bologna, presso il quale ha tenuto seminari e correlazioni di Laurea in qualità di Cultore della Materia. Ha pubblicato e tenuto conferenze presso l'Università di Rouen, Tours e Venezia. E' stato membro del Direttivo Nazionale della Società Italiana per lo Studio della Musica Afro-Americana.
Ha collaborato, inoltre, come consulente musicale, regista e conduttore radiofonico e televisivo, sceneggiatore e drammaturgo con la RAI e collabora attualmente con strutture di produzione private.
E' autore di libretti di opere di teatro musicale e di testi per il teatro di prosa e radiofonico.Come compositore è autore di composizioni sacre per grandi organici e melologhi oltre che di musiche di commento radiotelevisivo, colonne sonore e musiche di scena per il teatro di prosa, balletto e grandi mostre.
Come batterista e percussionista ha suonato in formazioni varie a fianco di musicisti di fama internazionale quali Mark Abrahams, Francesco Bearzatti, Andrea Centazzo, Radu Malfatti, Franz Koeglemann, Giancarlo Schiaffini, Aldo Sisillo, Glauco Venier, Attilio Zanchi. Svolge attività concertistica a livello nazionale con "Arcana", gruppo musicale e struttura di produzione musicale e multimediale e con "Music Academy Jazz Combo", formazione elettrica jazzistica composta da affermati professionisti exstudenti del Conservatorio di Udine.
E' iscritto all'Ordine Nazionale dei Giornalisti nell'elenco Pubblicisti ed è socio iscritto alla SIAE (come compositore e autore della parte letteraria per la sezione Musica, come drammaturgo per la sezione DOR, come autore di libretti d'opera per la sezione OLAF).
Gli è stato conferito il premio "Moret d'Aur"(1997) e l'onorarietà come accademico dell'Istituto di Studi Storici "Tommaso Crudeli"(2001). Nel 2007 l'Accademia delle Scienze Lettere ed Arti di Udine (fondata nel 1606) gli ha conferito il titolo di socio corrispondente per alti meriti culturali.

Questo sito utilizza i cookie per funzionare e fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione accetti le modalità d'uso indicate nella privacy policy